CLIMA SECONDO NATURA / Pianeta terra

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Mar172019

Clima: per cambiare, in piccolo, che fare? IO VADO A 40!

Pianeta terra

“Ho visitato il tuo blog sul clima grazie a mio zio che lo conosce e voglio chiederti una cosa: sono un ragazzo di 13 anni, ne dimostro di più perchè sono alto un metro e 75, che vuole fare qualcosa per diminuire le emissioni di CO2. Mi dai un aiuto?”

 

Paolo, intanto grazie e ti dico tre cose da fare, tutte e tre importanti:

 

1)- Chiedere ai tuoi genitori di usare l’automobile il meno possibile e quando la usano di andare piano. Più si va piano e meno si consuma benzina o gasolio, meno si inquina, meno gas serra, meno stress, meno incidenti. Il limite di velocità in città è di 50 km all’ora. Per chi crede nel futuro ecco lo slogan: IO VADO A 40. E bisogna dirlo vantandosene perchè così si comincia a fare il proprio dovere di cittadino serio.

 

2)- Chiedere a tua mamma o a papà, se è lui a fare la spesa, di non comprare frutta e verdura chiusa in contenitori di plastica. Non comprare mai merendine che oltretutto fanno male alla salute e non comprare mai quella pseudo pasta di nocciole  (il nome non lo faccio ma si capisce) che si vanta di usare olio di palma. Non comprare bevande di aranciata finta o peggio che sono solo zucchero e coloranti. Non comprare quella bevanda marrone e gassata che fa pubblicità anche per Natale.

 

3)- Creare un gruppo di ragazzi della tua età che vada in giro, con i guanti mi raccomando, a raccogliere le bottigliette di vetro e plastica e le lattine di alluminio che vengono lasciate per strada e portarle, quando sono tante, al supermercato di zona chiedendo con forza che siano loro a smaltire plastica, vetro e metallo restituendo alcuni centesimi ai cittadini, così come si fa da più di 30 anni in molti paesi civili d’Europa. Impariamo dagli altri a fare le cose buone che vanno fatte.

 

Cerchiamo di non essere sempre gli ultimi nelle classifiche. Magari a volte i primi.