CLIMA SECONDO NATURA / Cambiamenti climatici

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Ago232018

Dov’è la protezione civile?

Cambiamenti climatici

Nei giorni scorsi questo blog aveva dato l’allarme per l’aumento della temperatura del Mediterraneo che, secondo i climatologi dell’IPCC dell’Onu, è aumentata tra i 2 e i 4 gradi. Mentre tutti gioiscono perchè finalmente anche i più frettolosi possono fare il bagno in Sardegna, famosa per le acque “gelide” anche d’estate, il Mare Nostrum è come un’enorme pentola in ebollizione e l’evaporazione crea scompigli in atmosfera tra flussi caldi, bolle d’aria fredda in alta quota, venti sciroccali, scariche elettrostatiche, fulmini.

 

Risultato: micro tornadi e brevi uragani violenti che coprono un raggio di non più di venti chilometri e che possono essere pericolosissimi nel far gonfiare torrenti in secca e farli diventare valanghe d’acqua.

 

Questa la situazione. Ma la protezione civile dov’è? E’ necessario che sia detto a chiare lettere e a tutti che i pericoli di morire, portati via dalla furia dell’acqua, possono accadere a ridosso dell’Appennino, sulle rive di fiumi anche in secca, e in alta montagna. 

 

Non si può morire come è successo ieri in Calabria. Non è possibile morire sulle Alpi perché si va in montagna con i sandali senza informarsi sull’arrivo di precipitazioni pomeridiane che sono una costante dovuta allo sconvolgimento prodotto dai cambiamenti climatici.

 

Ripetiamo è bene che la protezione civile si muova e dia costantemente allarmi sulle condizioni climatiche molto localizzate.