CLIMA SECONDO NATURA / Pianeta terra

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Giu072019

Giornata mondiale degli oceani: si mobilitano milioni di ragazzi in tutto il mondo. Chi li ascolta?

Pianeta terra

“Mi dipingevo la faccia e le mani di blu”: così cantava mezzo secolo fa il grande Domenico Modugno. Da allora a oggi il mondo è sconvolto da un uragano di devastazioni climatiche. Oggi, giornata dedicata dall’ONU alla difesa degli oceani, milioni di ragazzi si sono dipinti di blu in luoghi importanti del mondo: davanti al tempio di Wat Suhat a Bangkok, di fronte al Colosseo di Roma, accanto alla grande moschea di Hassan II a Casablanca, ma anche a Santiago, a Istambul, a Johannesburg, a Londra. La richiesta è quella di proteggere almeno il 30 per cento degli oceani. Come tutti sappiamo infatti la nostra Terra per il 70 per cento è acqua ma, nonostante sia vitale per il nostro futuro, viene devastata e non protetta.

Spiaggia della Giannella

In Italia Greenpeace ha concluso il suo giro in nave per il Mediterraneo dove ha riscontrato quantità enormi di plastica usa e getta, di bottiglie, sacchetti ma anche microplastice. La perlustrazione si è conclusa a Orbetello, intorno al Monte Argentario. I ragazzi di Greenpeace si sono dipinti di blu e hanno esposto i loro striscioni sulla spiaggia della Giannella: IL MARE NON E’ USA E GETTA.

Questa di oggi, 8 giugno, è l’ennesima mobilitazione dei nostri giovani. Chi li ascolta? Chi si scuote dai meccanismi di una politica vecchia e cerca nuove strade per salvare il futuro dei giovani del mondo?