CLIMA SECONDO NATURA / Perle di saggezza

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Mar122019

Kilimangiaro domenica scorsa 10 marzo, Rai3. Mamma mia!

Perle di saggezza

Segnalano a questo blog clima.blendmagazine.it l’ultima puntata del domenicale di Rai 3 Kilimangiaro.

Così, grazie a Rai Play, vado a vedere  e rimango sghibottito, come dice il grande Frassica, per le banalità e una perla di saggezza finale che è una ciliegina sulla torta di questa trasmissione che viaggia in giro, tra l’altro, per paradisi fiscali (sic!) come le isole Cayman dove, testuale c’è, ma non si vede, una “foresta immensa” e una di mangrovie “che non ha fine”.

Caymanando caymanando si arriva sul bordo di una scogliera che scende a picco sul mare ma per la voce narrante la scogliera “degrada”! Ma come degrada se le immagini dall’alto ci fanno vedere e rivedere una falesia a precipizio!

Poi un servizio sul Costa Rica, Stato senza esercito che ha la più grande biodiversità del Centro America e dove si ammirano specie importanti come i quetzal, dove vanno a deporre migliaia di testuggini marine, dove nella foresta pluviale si ammirano rane minuscole e coloratissime, dove volano ovunque tucani, e scimmie urlatrici fanno le loro serenate notturne.

 

Scimmia urlatrice / Alouattidi

Bene. Cosa ci va vedere il servizio? I vulcani, alcuni attivi, altri spenti e ricoperti di foresta. Non un nome di pianta, non una spiegazione sulla importanza di queste foreste costaricensi che sono pluviali dal lato dell’Atlantico, e secche da quello del Pacifico. Nulla. Solo vulcani e, anche, una gita in rafting. Però attenzione: a un certo punto si vede bene una scimmia urlatrice ma la voce narrante non la riconosce e la definisce un “primate”, come se di fronte a un lupo si dicesse toh! un canide.

Tralascio il servizio sulla Nuova Zelanda dove la cosa più emozionante, in un paese bellissimo, è una spiaggia dove scavando nella sabbia si trova acqua di una risorgiva calda dove infangarsi a piacere.

Squalo balena / Rhincodon typus

 

Ed ecco la ciliegina sulla torta, meglio sarebbe dire una mosca sulla torta. La conduttrice si collega con la Florida dove una giovane e ardita connazionale, che vive in California, si dedica a lanciarsi dal cielo in tutti i modi possibili e a immergersi nel blù, come si usa dire oggi per parlare del mare. E qui ecco che la conduttrice si lancia arditamente nel dire che la giovane italiana si tuffa, pensate, tra le balene! Peccato che le immagini mostrino la ragazza che nuota accanto a uno squalo! Il più grande squalo del mondo degli squali, assolutamente innocuo anche se enorme. Purtroppo in italiano lo chiamiamo aggiungendoci la parola balena. E così l’errore è macroscopico.

Niente male per una trasmissione che viaggia per il mondo. Banalizzando, storpiando nomi, sbagliando…si fa comunicazione e divulgazione scientifica ma allegramente! Tanto chi se ne frega: non se ne accorge nessuno. Anzi, tutti in studio applaudono contenti