CLIMA SECONDO NATURA / Pianeta terra

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Giu272018

L’età della plastica: perché dobbiamo cambiare strada.

Pianeta terra

Esce in questi giorni un dossier del Programma dell’ONU sull’Ambiente  www.unep.org  che vuole fare il punto su una situazione divenuta insostenibile.

 

Allo stato nel mondo finiscono ogni anno solo in mare 13 milioni di tonnellate di plastica (dai contenitori interi fino ai frammenti di ogni colore e forme, grandi e microscopici), creando problemi gravissimi alle popolazioni ittiche di ogni genere e specie.

 

Ma le previsioni a 30 anni dicono che, andando avanti le cose in questo modo e con questa produzione la plastica diverrà una montagna di 12 miliardi di tonnellate nel 2050.

 

 

A farne le spese saranno soprattutto i paesi più poveri che non sanno dove metterla e la bruciano sia per cucinare che per distruggerla, producendo se ce ne fosse bisogno gravissimo inquinamento soprattutto della cancerogena diossina. La pubblicazione riporta tutti i danni alla salute provocati dall’uso inappropriato della plastica non adatta, quando la si usa per contenere acqua e alimenti.

 

Il dossier dell’Un environment di Nairobi è scaricabile sul sito e lo si può fare anche direttamente dal nostro blog.

 

Un punto del rapporto è molto chiaro: la percentuale di riciclo della plastica ( ci si possono fare persino felpe e magliette, oggetti di design e di arredamento) è insignificante ma soprattutto la plastica riciclata è sempre plastica.

 

 

Queste le indicazioni dell’ ONU: smettere di produrla. Intanto per cominciare chiudere le produzioni della plastica usa e getta e spiegare a ognuno nel mondo perché non la si deve più usare.

 

 

A fronte di queste indicazioni (in Italia nessun media cita il dossier appena uscito) il COREPLA, il consorzio nazionale del il riciclo e il recupero degli imballaggi di plastica, non dice nulla a proposito ma si vanta di aver raggiunto un milione e 74 mila tonnellate di plastica riciclata. Pensate, dice il COREPLA, 106 volte il peso della Torre Eiffel e 30 volte il volume del Colosseo. Tanto? Un’inezia anche perché la  Lombardia, regione avanzata nel riciclo, è arrivata al 40 % del totale di plastica da smaltire ma ci sono regioni italiane che la spargono dovunque possibile.

 

 

Quello che lascia perplessi, lo ripetiamo, è l’assoluta disinformazione sulla globalità e sulla gravità del problema. Dopo l’età dell’oro, del bronzo, del ferro, oggi viviamo l’età della plastica e facciamo finta di nulla.