CLIMA SECONDO NATURA / Pianeta terra

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima

NoOil, fermiamo il business del petrolio!

Pianeta terra

Il 16 aprile scorso questo blog ricordò come due anni prima ci fu il referendum per fermare le trivellazioni nei nostri mari. A distanza di quasi 4 mesi Legambiente lancia una petizione per dire NO OIL! Basta con l’estrazione di idrocarburi in mare.

 

Legambiente lancia una petizione diretta al Vicepremier Luigi Di Maio, Ministro dello sviluppo economico per dire in sostanza due cose:

Il petrolio che si estrae oggi soddisfa forse il 10% dei consumi energetici d’Italia

Ma può provocare danni all’economia e al turismo fino al 50%

Nel 2016 noi cittadini italiani abbiamo dato di tasca nostra alle grandi compagnie petrolifere sussidi per14 miliardi in forma diretta o indiretta.

 

Questo nessuno lo dice e soprattutto si fa finta di nulla sapendo che le fonti fossili (greggio, gas, olio combustibile denso, gasolio e benzina) sono una delle principali cause del riscaldamento globale di cui vediamo palesemente oggi gli effetti (non solo per il caldo torrido in Italia ma per le settimane di forte calore a salire fino e oltre il circolo polare artico).

 

Clima.blendmagazine.it aderisce alla petizione di Legambiente ma si domanda perché non esista un coordinamento con Wwf, Lipu e soprattutto Greenpeace che, per suo conto, lancia appelli perché si fermino le trivellazioni in Adriatico.

 

Come sempre il movimento ambientalista italiano va avanti tipo armata Brancaleone, divisi, a pezzi e bocconi.

 

Dall’altra parte sono tutti uniti per il riscaldamento globale!

 

Unisciti alla battaglia di Legambiente e FIRMA ORA la petizione “#NoOil – Stop alle trivellazioni in mare: fermiamo il business del petrolio!”