CLIMA SECONDO NATURA / Pianeta terra

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche Statistiche clima

Questa è veramente una sporca Intesa

Pianeta terra

Greenpeace denuncia un fatto gravissimo contro il clima: il gruppo finanziario italiano  Banca Intesa San Paolo continua ad elargire fondi a chi fa uso di fonti fossili. 

 

Intesa Sanpaolo infatti ha deciso di finanziare con 77 milioni di euro l’azienda indiana Adani, il cui progetto più noto e controverso riguarda lo sfruttamento di un enorme giacimento di carbone in Australia, proprio dove milioni di animali e intere foreste sono state ingoiate dagli incendi. 

 

Finanziare una bomba climatica come una miniera a carbone, è una scelta folle in ogni parte del mondo: finanziarla in un territorio devastato dai cambiamenti climatici come l’Australia, lo è ancora di più!

 

Cosa si può fare? Chi legge questo blog vada sulla pagina di Intesa Sanpaolo (FACEBOOK / INSTAGRAM/ TWITTER

 

✍️ Copia e incolla questo testo sulla loro bacheca e nei commenti ai loro post
Intesa Sanpaolo, se volete difendere il clima dovete subito smettere di finanziare il carbone e le fonti fossili! Non vogliamo #UnaSporcaIntesa https://bit.ly/2Hw4ta1

 

 

Basta sporchi investimenti sul carbone!

 

L’Australia è ridotta allo stremo: basta sporchi investimenti sul carbone! SCRIVI A INTESA SANPAOLO

FACEBOOK TWITTER INSTAGRAM

 

Questa non è la prima “sporca intesa” di Intesa Sanpaolo: la banca infatti è anche tra i finanziatori del contestatissimo progetto dell’oleodotto Dakota Pipeline che minaccia gli indiani Sioux,  bloccato da Obama e poi autorizzato da Trump.

 

Il progetto più controverso di Adani in Australia si chiama Carmichael e prevede la realizzazione di quella che diventerebbe la più grande miniera di carbone a cielo aperto australiana, una tra le più estese al mondo. Adani vorrebbe estrarre 60 milioni di tonnellate di carbone all’anno per sessant’anni: una volta bruciato, questo carbone provocherebbe il rilascio nell’atmosfera di 4,6 miliardi di tonnellate di CO2, Noi chiediamo ad Intesa Sanpaolo di fare la sua parte nel distanziarsi. velocemente, da quelle aziende che continuano a devastare il nostro Pianeta e a mettere a rischio il nostro futuro.

 

E questo blog ringrazia Luca Jacoboni (Campagna energia e clima di Greenpeace Italia) per fornirci sempre elementi precisi e dettagliati sul disastro climatico in atto e su chi ne è responsabile.