CLIMA SECONDO NATURA / Perle di saggezza

Editor: Fabrizio Carbone
TUTTI GLI ARTICOLI Cambiamenti climatici Diritti civili Global Warming Perle di saggezza Pianeta terra Statistiche clima
Mag152018

Rai 5: documentario sull’Amazzonia. Un fiume di banalità, errori e omissioni.

Perle di saggezza

Rai 5 non si smentisce: manda  in onda un documentario sull’Amazzonia di 54 minuti, del 2014, il cui testo tradotto in italiano è un condensato di banalità, errori e omissioni.

Prendiamo solo i primi tre minuti di partenza. A commento di immagini bellissime ecco l’incipit:

 

“L’Amazzonia è incredibilmente (mi raccomando l’avverbio) vasta. Comprende un’area di quasi 3 milioni e mezzo di chilometri quadrati”.

In realtà l’Amazzonia supera i 7 milioni di chilometri quadrati.

 

“Qui un gran numero di animali lotta per sopravvivere”

Non sappiamo quale numero ma una cosa è ovvia e banale: da milioni di anni tutti gli animali lottano per sopravvivere, dovunque nel Pianeta.

Subito dopo appaiono le scimmie urlatrici che però rischiano di brutto per l’apparizione di un predatore…

 

“L’aquila Arpia è il rapace più forte esistente al mondo”

Frase che non lascia spazio a equivoci ma è falsa perché ci sono aquile molto più grandi e potenti di questa specie. L’aquila reale, quella di mare e soprattutto quella di mare di Steller, per esempio, sono rapaci più grandi, con maggior apertura alare e maggior peso.

Nel descrivere l’Arpia ecco un annotazione clamorosa: ha le ali “rotonde”!

Sono passate appena 3 minuti e non c’è stata una cosa andata per il verso giusto.

Per chi si interessa di natura, animali, problemi ambientali del Pianeta la cosa migliore da fare è spegnere il televisore o cambiare canale. Purtroppo, ci sarebbe da dire, perché le immagini sono splendide ma non è sopportabile la voce narrante.

 

E il finale?

Non si può omettere. Dopo un fiume, visto che siamo in Amazzonia, di banalità l’ultima frase è una vera chicca.

In Amazzonia “le piogge alimentano le più straordinarie alluvioni della Terra”.

Intanto la parola straordinario non deve mancare mai perché, insieme a incredibile, è il riempitivo più in voga quando non si sa cosa dire. Ma voi che leggete questo blog avevate mai saputo che ci sono “alluvioni straordinarie”? Queste ultime possono essere  devastanti, furiose, pericolose e quanto altro ancora. Ma straordinarie no.

In Amazzonia, dove per inciso la foresta viene illegalmente tagliata e bruciata in modo continuo e gravissimo per l’ecosistema e per i cambiamenti climatici, ma nel documentario non se ne parla, le acque del Rio e dei suoi 1100 affluenti allagano la foresta da milioni di anni, durante la stagione delle piogge. L’acqua sale di sei-sette metri e permette ai pesci e ai delfini di fiume di nuotare tra gli alberi. Semplicemente, senza enfasi, è la vita naturale.

 

AQUILA ARPIA (Harpia harpyja)